Prerequisiti, propedeuticità e Obblighi formativi aggiuntivi

Requisiti per l'ammissione

Le attività formative propedeutiche alla eventuale valutazione della preparazione iniziale degli studenti sono organizzate, anche in collaborazione con gli istituti di istruzione secondaria superiore, secondo modalità approvate dal Senato Accademico.

Nel rispetto della normativa vigente, le modalità e i contenuti delle prove di ammissione, nonché i criteri di definizione di eventuali obblighi formativi aggiuntivi, sono stati deliberati dai Dipartimenti raggruppati nella Scuola di Ingegneria.

I requisiti per l'ammissione ai corsi di laurea magistrale e alle scuole di specializzazione sono definiti dai rispettivi regolamenti didattici nel rispetto dell'art. 6 del D.M. 270/04.

 

Ammissione condizionata al primo anno

I Consigli di Corso di Studio organizzano le attività formative finalizzate all'adempimento degli obblighi formativi aggiuntivi e definiscono le relative modalità di verifica.

Il superamento delle verifiche relative agli obblighi formativi aggiuntivi entro il primo Anno Accademico è presupposto indispensabile per il proseguimento degli studi nello specifico corso e non dà luogo all'acquisizione di crediti ulteriori rispetto a quelli previsti nell'ordinamento dello stesso. Gli obblighi formativi aggiuntivi si intendono soddisfatti anche con il superamento di specifici esami curriculari individuati dal competente Consiglio di Corso di Studio.

Lo studente che, iscritto al primo anno di un coso di studio, risulti non aver assolto gli obblighi formativi aggiuntivi, può chiedere l'ammissione ad un altro corso di studio non affine, nel rispetto delle modalità previste dal relativo regolamento didattico.

Nell’Area dell’Ingegneria le modalità per la valutazione della preparazione iniziale degli studenti sono le stesse per tutti i corsi di laurea, ad eccezione del corso a ciclo unico in Ingegneria Edile–Architettura, per il quale l’ammissione è subordinata all’entrata in graduatoria a seguito del superamento di un test nazionale, date e contenuti del quale sono stabiliti dal Ministero.
Per tutti gli altri corsi di laurea in Ingegneria
L'iscrizione richiede che vengano preventivamente sostenute due prove di ammissione (“test di ingresso” e “test di lingua inglese livello B1”), che si tengono nel mese di settembre.
Coloro che hanno sostenuto, ma non superato, il “test di ingresso” possono presentarsi ad una seconda prova di recupero, che si svolge nel mese di settembre, purché nel frattempo abbiano assiduamente frequentato i pre-corsi che si svolgono nel periodo fra le due prove (la partecipazione non è obbligatoria, ma caldamente consigliata).
Coloro che non hanno superato la prova di recupero possono iscriversi al primo anno di corso con riserva, acquisendo un obbligo formativo aggiuntivo che dovrà essere soddisfatto entro il mese di settembre 2016, sostenendo almeno un esame del 1° anno fra quelli indicati nell’ ”avviso di ammissione”.
Coloro che non hanno superato il test di lingua inglese livello B1 possono iscriversi al primo anno di corso con riserva, acquisendo un obbligo formativo aggiuntivo che dovrà essere soddisfatto entro il mese di settembre 2016, ripetendo la prova in uno degli appelli previsti durante l’anno accademico.


A partire dalla coorte 2009/10, nelle more della definizione dei nuovi regolamenti didattici dei Corsi di Studio, viene rimosso il vincolo di sessione per il sostenimento degli esami degli anni successivi al primo e al secondo.
Pertanto gli studenti devono avere conseguito almeno 30 CFU per iscriversi agli esami del secondo anno e almeno 75 CFU (tra cui tutti quelli del 1° anno) per poter sostenere esami del 3° anno.
Inoltre, a partire dalla coorte 2010/11, nei 30 CFU necessari per poter sostenere esami del secondo anno:
l’esame di Analisi matematica 1 è propedeutico a tutti gli esami del secondo anno per i corsi di laurea in Ingegneria Aerospaziale, Ingegneria dell'Energia, Ingegneria Chimica e dei Materiali, Ingegneria Meccanica (solo curriculum formativo), Ingegneria Gestionale, Ingegneria Meccanica-Meccatronica, Ingegneria Elettronica, Ingegneria Biomedica, Ingegneria Informatica e Ingegneria dell’Informazione;
l’esame di Fondamenti di Analisi Matematica 1 è propedeutico a tutti gli esami del secondo anno per i corsi di laurea in Ingegneria Civile, Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio e per il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile – Architettura